Lo scenario da incubo degli Hornets per la scadenza commerciale NBA del 2023

Gli Charlotte Hornets avrebbero dovuto essere migliori del loro attuale record di vittorie e sconfitte di 14-36. Purtroppo, gli infortuni a destra e sinistra hanno esaurito la loro capacità di vincere. In quanto tali, si trovano impantanati al 14 ° posto nella Eastern Conference. Devono sicuramente fare alcune mosse alla scadenza commerciale. Tuttavia, che tipo di accordi faranno o accetteranno? Qui esamineremo lo scenario da incubo che gli Hornets non vogliono che accada mentre ci avviciniamo alla scadenza commerciale NBA del 2023.

Gli Hornets sono attualmente fuori portata per i playoff. Ciò significa che dovrebbero concentrarsi sul dare tempo di gioco ai loro potenziali clienti e valutarli per il futuro. LaMelo Ball, che ha l’idoneità all’estensione in arrivo, è uno dei ragazzi che devono valutare da vicino.

A parte questo, hanno anche alcuni giocatori scambiabili. Mason Plumlee e Kelly Oubre Jr. sono due veterani che potrebbero essere scambiati. Tuttavia, la candidatura commerciale di Oubre potrebbe essere complicata da un infortunio alla mano che potrebbe tenerlo fuori fino alla scadenza commerciale. Entrambi i giocatori potrebbero non ottenere un premio oltre alle scelte del secondo turno.

Anche Gordon Hayward è disponibile, ma scambiarlo potrebbe richiedere risorse aggiuntive o assumere stipendi a lungo termine. Terry Rozier nel frattempo ha raccolto l’interesse di squadre come i Lakers. Ha giocato bene da quando ha firmato la sua estensione quadriennale da 97 milioni di dollari. Gli Hornets non hanno un urgente bisogno di scambiarlo, ma potrebbero prendere in considerazione offerte forti. Possibili destinazioni commerciali per Rozier includono Dallas Mavericks, Washington Wizards, Minnesota Timberwolves, Miami Heat, Phoenix Suns e Toronto Raptors.

Altri giocatori da tenere d’occhio includono PJ Washington e Jalen McDaniels. Ricorda che diventeranno agenti liberi questa bassa stagione. Gli Hornets potrebbero rifirmarli, così come Nick Richards. Tuttavia, ciò potrebbe limitare la futura flessibilità del limite una volta che il prossimo contratto di Ball entrerà in vigore. Washington è pronta per entrare in un’agenzia libera limitata con un’offerta qualificante di $ 8 milioni. Nel frattempo, McDaniels è destinato a diventare un agente libero senza restrizioni, ma può essere prorogato prima del 30 giugno.

Alla luce di ciò, ci aspettiamo che gli Hornets siano attivi nel trasferire alcuni degli imminenti agenti liberi che non hanno intenzione di firmare nuovamente.

Ora diamo un’occhiata allo scenario da incubo degli Hornets per la scadenza commerciale NBA del 2023.

I calabroni reggono
L’ultimo scenario da incubo della scadenza commerciale per gli Hornets è sedersi e non fare assolutamente nulla. Se gli Hornets continuano a concludere accordi con scadenze, significa che non starebbero meglio di adesso. Zoppicherebbero fino alla fine della stagione. Inoltre, non avrebbero davvero molto su cui lavorare in bassa stagione. Pertanto, le loro prospettive per il 2023-24 NON sarebbero più brillanti di quelle che stanno vivendo attualmente.

Tieni presente che gli Hornets hanno rattoppato il loro elenco per anni. Ora è tempo che inizino a ricostruire sul serio, non solo a riorganizzare. Si sono comportati male nel torneo play-in dello scorso anno e detengono il secondo peggior record dell’Est. Li vediamo come chiari segnali che il team ha bisogno di apportare grandi cambiamenti. La loro priorità in vista della scadenza commerciale dovrebbe essere costruire per il futuro. Questo inizia con lo scambio dei contratti in scadenza di Kelly Oubre Jr. e Mason Plumlee.

Ricorda che Oubre aveva una media di 20 punti a partita prima di essere operato alla mano sinistra. Gli Hornets si aspettano che torni a metà febbraio. In quanto tale, potrebbe avere un impatto positivo su una squadra che lo acquisisce. Tuttavia, la sua produzione dalla panchina è una preoccupazione. Ha una media di soli 14,4 punti con il 36% di tiri. Ciò include 8 su 35 su 3 punti nelle cinque partite che ha giocato come riserva in questa stagione.

Da parte sua, Plumlee sta attualmente registrando una media di 12,2 punti a partita e tirando il 67,4% dal campo. Questa è la sua migliore percentuale di field goal dal 2013-14. È anche tra i primi cinque tra i centri per assist a partita con 3,6.

Un altro è Jalen McDaniels, che ha solo 24 anni. Ha anche una media di 11,0 punti a partita. Tuttavia, diventerà un agente libero senza restrizioni in questa bassa stagione dopo che Charlotte ha scelto la sua opzione di squadra per il 2022-23. Se gli Hornets avessero rifiutato l’opzione la scorsa estate, McDaniels sarebbe stato un free agent limitato. In quello scenario, Charlotte avrebbe avuto la possibilità di abbinare qualsiasi foglio di offerta firmato con un’altra squadra.

Guardando al futuro, la preoccupazione principale è se il direttore generale Mitch Kupchak adotterà un approccio coraggioso nel riorganizzare il roster ora invece di aspettare fino alla fine della stagione. Ricordiamo che da quando è subentrato nel 2018, Kupchak è stato cauto. Ha infatti effettuato solo otto scambi, di cui due durante la stagione regolare. Questo ci fa dubitare che prenderà le misure necessarie per migliorare la squadra. Se Kupchak continua a essere cauto, non porterà cambiamenti positivi per la squadra.

I compagni di squadra di Russell Westbrook fanno un gesto sottile dimostrando di avere le spalle

Dopo una stagione da incubo 2021-22, Russell Westbrook ha vissuto una stagione incredibile per i Los Angeles Lakers[Maglie Los Angeles Lakers-maglienba2023.com]. Si è lanciato nella corsa per il sesto premio uomo dell’anno della NBA ed è stato uno dei giocatori più costanti dei Lakers in questa stagione. Nonostante ciò, Westbrook ha ancora visto il suo nome apparire nelle voci commerciali con la scadenza commerciale della NBA a meno di un mese di distanza. Anche così, i compagni di squadra di Westbrook gli hanno dato le spalle e recentemente hanno mostrato un forte sostegno per lui supportando la sua linea di abbigliamento, «Honor the Gift».

ESPN NBA Insider Dave McMenamin ha rivelato che Thomas Bryant, Wenyen Gabriel e Juan Toscano-Anderson hanno indossato abbigliamento della linea di abbigliamento di Westbrook per le partite.

“Questo mi mostra per un ragazzo che ha avuto problemi a connettersi con lo spogliatoio dei Lakers la scorsa stagione per una serie di motivi, principalmente basati sulle frustrazioni per come si stava adattando al campo. Ha una vera connessione con il gruppo di quest’anno e, attraverso quella connessione, gli ha permesso di avere la sua influenza su come appare questa squadra, sulla cultura della squadra «, ha detto McMenamin.

In questa stagione, Russell Westbrook ha messo a segno 15,4 punti a partita, 6,4 rimbalzi, 7,8 assist. Tuttavia, non ha sparato così bene; è al 41,5% dal campo e al 29,3% dalla linea dei tre punti.Maglie NBA 2022 2023|Divise NBA

I Lakers hanno mostrato miglioramenti dal loro scarso inizio di stagione e Westbrook sembra essersi reso caro ai suoi compagni di squadra in un modo che non era in grado di fare la scorsa stagione.

Trae Young riceve uno sfortunato aggiornamento del rapporto sugli infortuni contro Bucks

La guardia degli Atlanta Hawks Trae Young salterà la partita di mercoledì contro i Milwaukee Bucks per una malattia non correlata al COVID, secondo un rapporto della giornalista dell’Atlanta Journal-Constitution Hawks Lauren L. Williams.

Young non era presente per lo shootaround della squadra che era a disposizione dei media, ha continuato Williams. Gli Hawks hanno anche escluso il centro Clint Capela, che ha saltato le ultime 11 partite su 12 per uno stiramento al polpaccio destro in una sconfitta di 11 punti contro gli Orlando Magic.

La guardia 24enne ha una media di 27,5 punti, 2,9 rimbalzi e 9,8 assist a partita in 36 partite giocate. Di recente, Young ha perso 30 punti in una vittoria domenicale contro i Los Angeles Clippers, tirando tiri in pull-up dalla parte superiore della vernice e sulla linea dei 3 punti su una varietà di difensori mentre guadagnava la sua terza partita da 30+ punti nelle ultime cinque concorsi.

Sarà la quinta partita persa da Trae Young quest’anno e la seconda contro il Milwaukee, secondo Basketball Reference.

Trae Young ha saltato l’ultima volta una partita contro i Brooklyn Nets a causa di un infortunio al polpaccio contro gli Indiana Pacers a fine dicembre. Gli Hawks si sono presi un timeout dopo che aveva un dolore evidente a seguito di un drive contro il centro dei Pacers Myles Turner e l’attaccante Oshae Brissett. La guardia da 6 piedi e 1 pollice zoppicava verso i canestri della Gainbridge Fieldhouse dopo aver sparato a un galleggiante sopra Brissett e la guardia Andrew Nembhard.

Trae Young è rimasto fuori con un infortunio allo stinco destro durante uno scoppio 117-98 contro i Bucks all’inizio di novembre. Sarebbe la prima sconfitta stagionale di Giannis Antetokounmpo e Milwaukee e la prima di quattro sconfitte nelle prossime sei partite. Ha segnato 21 punti, preso tre rimbalzi e fornito nove assist nella partita successiva degli Hawks contro il Milwaukee.

Gli Hawks daranno una soffiata contro i Bucks alle 19:30. EST mercoledì alla State Farm Arena. La partita sarà trasmessa su Bally Sports Southeast ed ESPN.

L’aspetto 1 del gioco della star di Bucks Giannis Antetokounmpo che lo pone al di sopra di LeBron James dei Lakers

Lunedì, Kendrick Perkins ha affermato che la superstar di Milwaukee Bucks Giannis Antetokounmpo sta ora mostrando le sfumature di LeBron James durante il regno dominante di The King nella Eastern Conference. L’insider NBA di ESPN Brian Windhorst ha ora raddoppiato questa affermazione, sottolineando anche perché crede che Giannis potrebbe effettivamente essere un gradino sopra LeBron.

Secondo Windhorst, la star dei Bucks non solo ha raggiunto il territorio di LeBron, ma in effetti, la sua difesa lo rende una minaccia ancora più potente di quanto lo sia mai stato James:

«Giannis come difensore è probabilmente a un livello più alto di quanto non sia mai stato LeBron», ha affermato Windhorst in un recente episodio di Get Up di ESPN.

È difficile discutere contro l’affermazione di Windhorst qui. Giannis ha anche il titolo di Difensore dell’anno 2019-20 a sostegno di questa affermazione. LeBron non ha mai vinto questo riconoscimento individuale, anche se alcuni potrebbero sostenere che sia stato derubato dello stesso nel 2013.

In questo momento, però, è Giannis ad essere in una posizione privilegiata per portare la sua squadra fino in fondo in questa stagione. I Bucks stanno molto bene in questo momento e stanno lottando duramente per difendere il loro titolo. Sfortunatamente per lui, LeBron James è bloccato in casa ed è un semplice spettatore dei playoff.

Chris Paul è arrabbiato per un fallo tecnico «ridicolo» in Gara 5

Una delle trame successive al gioco 5 della battaglia dei Phoenix Suns con i New Orleans Pelicans martedì sera è stata l’emergere di un improbabile eroe. Il debuttante non redatto Jose Alvarado, che aveva un contratto a due vie fino a fine marzo, è stato magistrale nel suo ruolo: mettersi sotto la pelle di Chris Paul.

Nonostante una partita decisiva 5 112-97 Suns, Alvarado ha avuto un altro momento sotto i riflettori.

https://twitter.com/ClutchPointsApp/status/1519171325301907457

Il rookie ha forzato una violazione di 8 secondi al playmaker dell’All Star, questa volta con l’aggiunta di un fallo tecnico. Paul ha espresso la sua frustrazione per entrambe le chiamate ai giornalisti dopo la partita.

Paul dice di aver visto ancora 16 secondi sul cronometro dei 24 secondi quando è stata chiamata la violazione. Ha detto «andiamo» a un funzionario al tavolo dei marcatori ed è stato colpito da un tecnico.

«Se dico ‘dai’, è una tecnologia?» Egli ha detto. “È fuori controllo amico. È ridicolo. Ma è quello che è”.

I commenti di Paul arrivano il giorno dopo che l’allenatore dei Suns Monty Williams è stato schiaffeggiato con una multa di $ 15k per i commenti critici nei confronti dei funzionari.

“42-a-15 ai tiri liberi. Puoi tagliarlo come vuoi», ha detto Williams ai giornalisti dopo la partita 4 di domenica. «In una partita di playoff così fisica, è fantastico. Gli allenatori non dovrebbero dover avvicinarsi al microfono e sentirsi come se avessero la testa tagliata per aver detto la verità. Era 17-a-2 nel primo tempo e finiscono con 42. È difficile da fare in una partita del genere. E non è che non attacchiamo il canestro».

RUMOR: Rivelata la data di ritorno dell’obiettivo della star di Mavs Luka Doncic dall’infortunio

I Dallas Mavericks saranno ancora una volta senza la superstar Luka Doncic per il match di gara 3 di giovedì contro gli Utah Jazz. Tuttavia, sembra che la guardia All-Star si stia avvicinando al suo ritorno e dovrebbe tornare all’ovile prima piuttosto che dopo.

Secondo l’insider della NBA Marc Stein, Doncic dovrebbe essere disponibile per vestirsi per i Mavs in Gara 4 sabato:

I Mavericks hanno in programma di riportare Luka Doncic dall’infortunio per la gara 4 di sabato nello Utah dopo averlo escluso per la gara 3 di stasera, affermano fonti della lega.

Questa è un’ottima notizia per i Mavs che hanno disperatamente bisogno della loro superstar. Jalen Brunson è stato a dir poco eccezionale per i Mavs in assenza di Doncic, ed è stato Brunson a portare Dallas alla vittoria in Gara 2 per pareggiare la serie. I Mavs non possono aspettarsi che Brunson subisca un’esplosione offensiva ogni singola partita, però, e hanno sicuramente bisogno che Luka torni il prima possibile.

Comunque sia, i Mavs saranno cauti nel riportare indietro il loro stallone fondamentale. Hanno sicuramente bisogno che giochi di nuovo in campo, ma l’ultima cosa che faranno è costringerlo a tornare finché non sarà pronto.

RUMOR: Il motivo per cui la relazione tra Donte DiVincenzo e Kings è ora «rotta»

I Sacramento Kings[canotte basket Sacramento Kings poco prezzo] hanno fatto una mossa per Donte DiVincenzo durante la scadenza commerciale dell’anno scorso, probabilmente con la speranza di trasformarlo in un giovane pezzo per il loro futuro. Ora quella visione sta iniziando a sembrare un po’ cupa.

Secondo un rapporto dell’insider di Kings James Ham per ESPN 1320, c’è una crescente animosità tra il front office e DiVincenzo riguardo a come lo hanno gestito nei pochi mesi da quando l’accordo sulla scadenza commerciale è stato consumato.

“Donte DiVincenzo e la sua squadra non sono per niente contenti dei Sacramento Kings. Credono che i Kings in modo molto specifico non lo abbiano avviato lungo il tratto di questa stagione per limitare il suo valore nel libero arbitrio «, ha detto Ham sul podcast The Kings Beat.

Donte DiVincenzo ha giocato un ruolo di primo piano nella rotazione dei Kings, ma ha iniziato in una sola partita per il suo secondo club. Ha segnato una media di 26,5 minuti per gara in 24 partite, con una linea delle statistiche di 10,0 punti, 4,4 rimbalzi e 3,6 assist a partita con un clip di tiro inferiore al 35,7%.

DiVincenzo non stava esattamente bruciando le reti durante la sua permanenza a Sacramento, ma ciò potrebbe essere in parte dovuto al suo malcontento per il suo ruolo e all’adattamento al nuovo ambiente. Con il suo libero arbitrio incombente, probabilmente voleva una maggiore opportunità per consolidarsi come elemento costitutivo della squadra e potenziale titolare.

Stiamo creando una situazione in cui hai un giocatore infelice che potrebbe essere costretto a prendere un contratto infelice e che potrebbe, realisticamente, non essere a bordo. Possiamo vedere una situazione in cui DiVincenzo rende ampiamente noto che non vuole tornare ai Sacramento Kings», ha continuato Ham.negozio canotte basket poco prezzo

Il futuro resta incerto per Donte DiVincenzo a Sacramento. Sicuro di dire che non è un problema che tornerà con l’uniforme dei Kings la prossima stagione.

La sicura interpretazione di Jalen Green della stagione da rookie entusiasmerà i fan dei Rockets

Gli Houston Rockets hanno innegabilmente sopportato una difficile campagna 2021-2022. Sono in fondo alla classifica della Western Conference e sono a pari merito con gli Orlando Magic per il peggior record nel basket al momento della pubblicazione di questo articolo. Tuttavia, la star rookie Jalen Green ha recentemente condiviso alcuni commenti che entusiasmeranno i fan di Houston.

Green, che è stato selezionato secondo assoluto dai Rockets durante il Draft NBA 2021, è stato interrogato durante una conferenza stampa su ciò che ha imparato su se stesso durante la sua stagione da rookie. La sua risposta sicura parla da sé.

«Sono un secchio.»

Il verde ha solo 20 anni e ha una media di poco meno di 17 punti a partita come opzione principale in una squadra poco brillante. È chiaramente il futuro di questo franchise. Il rookie sta anche tirando oltre il 42 percento dal campo e oltre il 34 percento da oltre l’arco. Green è un giocatore emozionante da guardare e Houston cercherà di costruire un contendente attorno a lui nel prossimo futuro.

Jalen Green ha poi continuato a discutere delle lezioni apprese durante la sua prima campagna NBA con i Rockets.

“Ho solo bisogno di essere fiducioso in me stesso. Ma sì, questo viene dal giocare nei giochi e vederlo proprio di fronte a te, e alla fine rallenterà. Ma sì, continuerà a funzionare».

Fiducioso e laborioso?

I Rockets hanno il loro ragazzo per il futuro senza dubbio. In una campagna altrimenti dimenticabile per la squadra, anche Houston ha qualcosa da guardare al futuro mentre Jalen Green continua a diventare una superstar della NBA. I Rockets cercheranno di concludere la stagione in bellezza con Green in testa.

Chris Paul di Suns rivela cosa lo impressiona di più di Kyrie Irving di Nets

La superstar dei Brooklyn Nets Kyrie Irving è uno dei giocatori più abili dell’NBA oggi – o forse mai – e persino la guardia dei Phoenix Suns Chris Paul è sbalordito da ciò che può fare con la palla.

Parlando a NBA Hooper Vision, Paul ha ricordato come ha visto Irving giocare all’MSG quando la guardia dei Nets era ancora al liceo. Ha lasciato una profonda impressione su di lui poiché la capacità di Irving di gestire la palla era davvero di prim’ordine, un enorme elogio da un playmaker NBA noto come Point God.

“Le cose che può fare con la palla sono malate. È sia la mano destra che la mano sinistra», ha condiviso Paul.

Chris Paul non è certo solo nel suo sentimento, però. Sia i fan che gli ex giocatori NBA hanno elogiato la superstar dei Nets e la sua capacità di gestire la palla con facilità e di finire sul bordo in vari modi. Questo è ciò che lo rende un incarico difficile per qualsiasi difensore.

Kendrick Perkins ha recentemente definito Kyrie Irving il giocatore più abile dell’NBA dopo che il marcatore dei Nets ha perso 60 punti agli Orlando Magic. A gennaio, Chauncey Billups ha anche definito Kyrie un «maghi» poiché ha fatto eco allo stesso sentimento che Perk ha avuto di recente.

«Kyrie è solo, è un mago, amico», ha detto Billups, secondo Nick Friedell di ESPN. “È una TV imperdibile. Personalmente penso che, come qualcuno che ha giocato la posizione, penso che Kyrie sia il giocatore più abile che abbia mai giocato quella posizione. Solo abilità diretta. Nient’altro. Solo abilità diretta. Penso che sia il migliore che abbia mai visto nella posizione, dal punto di vista delle abilità. Quindi, ovviamente, ti dà un sacco quando gioca».

“Il suo modo di girare è incredibile. È un passante migliore di quanto la gente gli dia credito. Ovviamente è un compagno di squadra volenteroso. Non si tratta solo di Kyrie. Passa la palla. È un campione. Porta in tavola il pedigree del campionato. Penso che abbia colpito forse il tiro più grande che abbia mai visto nella storia delle finali NBA, che abbia mai visto».

Non c’è dubbio che Kyrie sia uno dei migliori piazzamenti e marcatori della NBA, e le sue maniglie lo rendono una minaccia ancora più grande su base notturna. Detto questo, ci sono sicuramente tonnellate di meriti nell’affermazione che è il giocatore più abile nella storia della NBA. È anche divertente da guardare, il che, come ha detto Billups, lo rende una TV da non perdere.

Fortunatamente per i fan dei Nets, potranno vedere più Kyrie andare avanti dopo che un cambiamento nei mandati del vaccino di New York consentirà all’astuto regista di essere in grado di giocare in casa. Kyrie non ha giocato una sola partita al Barclays Center in questa stagione a causa delle regole della città, ma ora tutto cambierà.

Mike Budenhozler rompe il silenzio sull’ultimo scratch di Giannis Antetokounmpo dalla formazione dei Bucks

I Milwaukee Bucks e i Minnesota Timberwolves duelleranno al Target Center. Subito prima della partita, i Bucks hanno apportato un improvviso cambio di formazione che danneggerà drasticamente le loro possibilità di assicurarsi la vittoria.

Giannis Antetokounmpo è stato un graffio in ritardo a causa di un dolore al ginocchio, ha annunciato la squadra poche ore prima della soffiata. Aveva giocato in ciascuna delle ultime 12 partite dei Bucks e finora ha giocato 59 partite in questa stagione. Il due volte MVP si sta godendo una stagione tipicamente dominante ed è in una corsa a tre con Joel Embiid e LeBron James per il titolo di punteggio. Attualmente è al secondo posto con 29,8 punti a partita.

L’allenatore dei Bucks, Mike Budenholzer, ha spiegato che stare seduto per Antetokounmpo fa parte della gestione della sua salute e che è stato sbattuto di recente. Non sembrava che ci fosse una linea temporale precisa per quanto tempo sarebbe stato fuori. Hanno in programma due partite in casa, con la prima partita in programma per martedì.

Milwaukee non ha avuto una buona fortuna per gli infortuni in questa stagione. Le loro fortune stanno iniziando a cambiare, con Brook Lopez che è tornato in azione la scorsa settimana dopo aver saltato quasi l’intera stagione e Pat Connaughton che è tornato in azione dopo un mese di assenza. Mentre il quadro dei playoff inizia a prendere forma, questo è il momento migliore per i Bucks per proteggere i loro giocatori chiave e consentire loro di riposare.

I Bucks, sul 44-26, sono secondi nella Eastern Conference. Mentre Karl-Anthony Towns e gli infuocati Timberwolves possono causare loro problemi oggi, vale la pena lasciare che Antetokounmpo si riposi prima dei playoff, dove i Bucks dovranno davvero essere al massimo delle loro forze.