Statistiche folli rivelano l’epica trasformazione di Stephen Curry di Warriors

La star dei Golden State Warriors Stephen Curry non sta rallentando un po’ mentre continua a battere i propri record nella sua 13a stagione nella NBA. Domenica sera contro i Los Angeles Clippers, il due volte MVP si è superato per un altro incredibile traguardo da tre punti che ha ulteriormente consolidato il suo posto come uno dei migliori, se non il migliore, tiratore che abbia mai giocato in campionato.

Curry ha ora inciso il suo nome nel libro dei record essendo il giocatore con il maggior numero di triple di sempre nelle prime 20 partite di una stagione regolare, superandosi non una ma due volte (tramite The Athletic). Il sette volte All-Star ha preso fuoco ancora una volta contro i Clippers, mettendo a segno sette triple e portando i Warriors alla 18esima vittoria della stagione.

Anche i numeri storici di Steph continuavano ad arrivare. Oltre ad essere il giocatore più veloce nella storia della NBA con oltre 100 triple, il sette volte All-Star ha anche fatto la storia della franchigia diventando il primo Warrior a registrare almeno 30 punti, cinque rimbalzi, cinque assist e cinque palle rubate in una partita dal Baron Davis nella stagione NBA 2004-2005 (tramite Jason Kubaktko di StatMuse).

Dopo aver saltato i playoff per due stagioni consecutive, Dub Nation sembra essere tornato alla vittoria in questa stagione, e la forma di Curry è stata il principale motore del loro successo. Il due volte campione in carica è tornato come capocannoniere della lega all’inizio di questa stagione mentre Golden State si trova in cima alla classifica. Sì, vai a capire.

VIDEO: La star di Warriors Stephen Curry ottiene una sorpresa da MVP contro Kevin Durant, Nets

Stephen Curry e i Golden State Warriors hanno visitato Kevin Durant e i Brooklyn Nets al Barclays Center martedì, ma i fan del Dubs che si sono recati a New York per assistere alla partita si sono assicurati che la squadra di casa non avesse il vantaggio in casa.

La legione di fan dei Warriors ha anche dato a Curry una grande spinta mentre lo inondavano di cori MVP durante la partita.

Stephen Curry sta giocando a livello di MVP in questa stagione, quindi non c’è dubbio che si sia meritato quegli applausi. Tuttavia, ciò che lo ha reso ancora più divertente è che ha di fronte Kevin Durant, che è anche un candidato MVP in questa stagione. Come tutti sanno, sono ex compagni di squadra che si sono separati dopo aver dominato e seminato il caos in campionato per tre anni con i loro gol folli.

Sia i Warriors che i Nets dovrebbero raggiungere i playoff e, dopo un inizio caldo della campagna, un incontro nelle finali NBA non è fuori discussione per loro. Inoltre, hanno i migliori giocatori della NBA oggi a Curry e KD.

L’MVP tifa per Curry deve essere frustrante per i Nets, però. Dopotutto, c’è sicuramente qualcosa che non va quando i tifosi di casa sono messi in ombra e sopraffatti dai visitatori.